LUOGHI-abbazia-monteveglio
Di antichissime origini, già documentata nel 973, dalla metà del XII° secolo ospitò i Canonici Regolari di San Frediano di Lucca, mentre dopo il 1456 il complesso monastico fu affidato ai Canonici Lateranensi di San Giovanni in Monte di Bologna.

L’interno della chiesa, suddiviso in tre navate, consta di un presbiterio a tre absidi illuminato da monofore chiuse da lastre di alabastro; al centro di esso si trova l’altare di marmo rosso di Verona.

La cripta, sottostante il presbiterio, rappresenta la parte più antica e di pregio dell’intera struttura (risale al X° secolo). Suddivisa da tre file di colonne con arcate, la cripta di consta quattro navate cui fanno riferimento tre absidi. Interessante la presenza di antichi materiali di reimpiego: la mensa dell’altare centrale ottenuta da una lapide marmorea romana, mentre alcuni capitelli delle colonne risalgono a periodi precedenti alla costruzione della chiesa.

Dall’Abbazia si accede al suggestivo chiostro quattrocentesco con loggiato superiore, ad oggi in splendide condizioni, mentre dell’antico chiostro romanico, rivolto a Nord, rimane solo un lato intatto constante di otto arcate che si ripetono nel loggiato superiore.

Scopri anche: il Parco dell’Abbazia, ed il castello di Monteveglio >>

Clicca sulle foto per vedere la galleria:





DISCOVER MORE

prodotti della valsamoggiaprodotti della valsamoggia

persone della valsamoggia

.

.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: